Pubblicato il 29/07/19

Parco Porcellini (Tabiano): lavori conclusi entro i primi giorni di agosto

Si concluderanno entro i primi giorni di agosto i lavori di EmiliAmbiente al condotto di copertura del Rio dell’Albareto, che scorre per un tratto di 600 metri al di sotto dell’area di Parco Porcellini, a Tabiano Terme: un intervento strategico – poiché il Rio rappresenta lo scarico delle acque meteoriche dell’intera vallata di Tabiano – e molto complesso, svolto dall’azienda con un investimento di circa 160.000 euro.

foto del 25_7

A dicembre 2018 si era verificato il crollo di una parte del voltino in mattoni del condotto, realizzato negli anni Cinquanta in concomitanza con la costruzione delle Terme Respighi: in particolare, il materiale di ricoprimento era franato all’interno del condotto, riducendone notevolmente la capacità di deflusso e rendendo assolutamente necessario l’intervento.  Per ripristinare la funzionalità idraulica del manufatto si è quindi proceduto in due fasi: prima rimuovendo l’ostruzione, quindi ripristinando il manufatto demolito per poi reinterrarlo.

IMG-20190724-WA0002

Sebbene l’area sia stata messa in sicurezza da EmiliAmbiente il 27 dicembre, cioè immediatamente dopo il crollo del condotto, e da subito siano iniziate le indagini conoscitive sulla situazione del manufatto – svolte necessariamente tramite videoispezioni – l’azienda ha potuto avviare il cantiere di ripristino solo con l’inizio della stagione più secca, ovvero a fine maggio 2019.

IMG-20190724-WA0003

Eventuali precipitazioni, come peraltro quelle che hanno caratterizzato il mese di maggio, avrebbero reso impossibile alle maestranze – che hanno dovuto effettuare i lavori ad una profondità di circa 12 metri rispetto al piano di campagna – intervenire in sicurezza sul Rio, ma anche eseguire lo scavo necessario a raggiungere il manufatto, che ha un volume complessivo di circa 2.200 metri cubi di terra (equivalenti a un palazzo di circa 14 x 14 x 11 metri). È stato inoltre necessario accumulare la terra escavata nel parcheggio delle Terme, all’intersezione tra via Respighi e via delle Fonti: se il passaggio dei camion (circa 200 viaggi per il trasporto al deposito, e altrettanti per la ri-colmatura finale dello scavo) fosse avvenuto in periodo di precipitazioni, il versamento di terra dai mezzi avrebbe reso impraticabile e pericoloso il transito nelle vie interessate.

IMG-20190724-WA0004

Nonostante le problematiche incontrate nel corso dell’esecuzione dei lavori, alcune delle quali non prevedibili e riscontrabili solo a scavo aperto, le tempistiche per la loro conclusione non hanno subìto che una minima dilazione, pari a 15 giorni.

A conclusione dei lavori EmiliAmbiente provvederà al ripristino dell’area alle medesime condizioni precedenti al cantiere, compreso il riposizionamento del manto erboso del Parco.

 

Leggi anche

12/06/24

Fontanone, tappa #3: Olimpiadi Verdiane!

Dal 13 al 16 giugno il #fontanone di EmiliAmbiente sarà a Busseto, in piazza Verdi, per la 10° edizione delle…

Scopri di più
11/06/24

Falsi addetti dell’acqua, occhio alle truffe. Nel dubbio chiama il Numero Verde

Tornano ciclicamente le segnalazioni di tentativi di truffa ad opera di sedicenti “addetti dell’acqua”. Nello specifico, EmiliAmbiente ha ricevuto la segnalazione di…

Scopri di più
04/06/24

Diari di Viaggio: Assemblea Generale SERN – Luleå – 23 e 24 maggio 2024

La rete SERN - Sweden Emilia Romagna Network è una delle principali reti transnazionali per la promozione di relazioni tra…

Scopri di più
04/06/24

EmiliAmbiente “fa scuola” in Europa

La digitalizzazione applicata alla rigenerazione della rete idrica e l’educazione all’uso sostenibile della risorsa-acqua: queste le tematiche su cui EmiliAmbiente…

Scopri di più
04/06/24

Mercoledì 5 giugno chiuso lo sportello di Roccabianca

EmiliAmbiente informa che mercoledì 5 giugno lo sportello del Servizio Idrico nel Comune di Roccabianca, normalmente attivo in Municipio il…

Scopri di più