Pubblicato il 11/05/21

Telecontrollo: operativo il nuovo SCADA

Si è da poco concluso il progetto di EmiliAmbiente per il potenziamento del proprio sistema di telecontrollo: un investimento di circa 100mila euro con cui la società – gestore del Servizio Idrico Integrato di 11 Comuni del parmense –  ha affinato i propri strumenti di controllo di gestione per aumentare, giorno dopo giorno, efficienza economica e sostenibilità ambientale della rete.

Ad oggi EmiliAmbiente può contare su 290 periferiche, installate con funzionalità diverse a seconda delle esigenze dei vari impianti: il loro insieme consente non solo un controllo costante del funzionamento della rete idrica e fognaria – con segnalazione in tempo reale di eventuali difformità e possibilità intervento da remoto – ma anche l’automatizzazione di parte dei processi e la misurazione e registrazione puntuale delle performance degli impianti.

L’oggetto principale del recente investimento della società è proprio il “cuore” di questo sistema, cioè il software SCADA (dall’inglese “Supervisory Control And Data Acquisition”) che le sovrintende: l’Area Tecnica dell’azienda ha infatti gestito il passaggio da una piattaforma caratterizzata da un’impostazione “chiusa” a un sistema più performante e universalmente aperto ai protocolli di comunicazioni con il campo, lo  Scada Siemens Wincc Oa sviluppato dalla società ID&A.

“L’azienda si è così dotata – afferma Marco Vassena, Responsabile dell’Area Tecnica di EmiliAmbiente – di una piattaforma tecnologica all’avanguardia, perché ci consente di costruire, con i dati acquisiti dai nostri apparati, un programma di costante efficientamento dei processi quotidiani”. 

“La migrazione verso il nuovo SCADA – spiega Kleidis Tafaruci, Addetto Settore Telecontrollo/Impianti elettrici – ha compreso il trasferimento completo di tutte le configurazioni e i sinottici relativi agli impianti telecontrollati SOFREL RTU e LS-LT e la realizzazione di una sala telecontrollo con monitor disposti a “Videowall” – utilizzati per  proiettare i macrosettori Acquedotto, Depurazione e Fognatura – nonché la realizzazione di dashboard tecnologiche dedicate alla visualizzazione degli indici prestazionali energetici e di fatturato”.

“Nel passaggio allo Scada Siemens Wincc Oa, inoltre  – conclude Tafaruci – abbiamo acquisito la sua licenza di sviluppo: questo è importante perché ci consente di essere del tutto indipendenti rispetto all’eventuale necessità di future modifiche sulle periferiche attive o integrazioni con nuovi dispositivi in campo”.

Leggi anche

19/06/24

Summer Open Days della Scuola dell’Acqua: via all’edizione 2024

Fiabe animate, giochi a squadre, piccoli esperimenti e vere e proprie “magie” d’acqua” per ragionare su una risorsa non scontata:…

Scopri di più
12/06/24

Fontanone, tappa #3: Olimpiadi Verdiane!

Dal 13 al 16 giugno il #fontanone di EmiliAmbiente sarà a Busseto, in piazza Verdi, per la 10° edizione delle…

Scopri di più
11/06/24

Falsi addetti dell’acqua, occhio alle truffe. Nel dubbio chiama il Numero Verde

Tornano ciclicamente le segnalazioni di tentativi di truffa ad opera di sedicenti “addetti dell’acqua”. Nello specifico, EmiliAmbiente ha ricevuto la segnalazione di…

Scopri di più
04/06/24

Diari di Viaggio: Assemblea Generale SERN – Luleå – 23 e 24 maggio 2024

La rete SERN - Sweden Emilia Romagna Network è una delle principali reti transnazionali per la promozione di relazioni tra…

Scopri di più
04/06/24

EmiliAmbiente “fa scuola” in Europa

La digitalizzazione applicata alla rigenerazione della rete idrica e l’educazione all’uso sostenibile della risorsa-acqua: queste le tematiche su cui EmiliAmbiente…

Scopri di più