Pubblicato il 08/08/19

Adriano Fava: “Sempre più vicini al territorio e alle sue espressioni”

Adriano Fava

Adriano Fava è diventato ufficialmente Presidente di EmiliAmbiente SpA – società di gestione del Servizio Idrico Integrato di 11 Comuni del parmense – lo scorso 22 luglio, affiancato nel CdA da Raffaella Cerri (Vicepresidente) e Andrea Marsiletti (Consigliere). Residente a Fidenza e laureato in Chimica, nel corso della sua carriera ha maturato una notevole esperienza in particolare riguardo l’inquinamento e la qualità delle acque: è stato infatti – tra le altre cose – collaboratore del Servizio di Igiene Pubblica dell’USL di Fiorenzuola d’Arda e di Piacenza, Responsabile Eccellenza Ecosistemi Idrici Interni di ARPA Emilia Romagna, nonché responsabile del Servizio Sistemi Ambientali della sezione di Reggio Emilia dell’Agenzia. È invece più recente la sua esperienza come presidente della società San Donnino Multiservizi, che ha guidato da marzo 2007 a febbraio 2010.

Presidente, come ha accolto l’invito dell’Assemblea dei Soci ad accettare questa carica?

“Innanzitutto ringrazio i Soci, che mi hanno premiato con un’indicazione unanime, e i componenti del CdA precedente, guidato da Giuseppe Cerri: hanno vissuto momenti difficili ma li hanno superati consegnandoci una società in salute e pronta ad accettare nuove sfide. Lo spirito con cui affronto questa esperienza è quello, semplicemente, di un servizio alla comunità; ho già maturato esperienze analoghe in società participate, ma ritengo che per svolgere adeguatamente il compito sia necessario un mix di umiltà e capacità decisionale”.

Un’impressione sulle primissime settimane di lavoro in EmiliAmbiente…

“Ho assunto la carica meno di un mese fa e ho potuto scambiare impressioni con poche persone; malgrado questo ho avuto la percezione di una società che non intende “galleggiare” ma al contrario vuole, pur nelle difficoltà, proiettarsi nel futuro, mantenendo come riferimento i bisogni dei cittadini, dei soci e dei lavoratori, che sono la spina dorsale necessaria a raggiungere gli obiettivi”.

Quali sono le linee-guida del suo mandato, gli aspetti su cui il CdA che rappresenta intende puntare in particolare?

“Fondamentale è il rapporto con il territorio e le sue espressioni: nel mese di settembre incontrerò personalmente i Sindaci soci per scambiarci opinioni riguardo alla società e al suo futuro. Nel breve-medio periodo è necessario valutare il piano degli investimenti, impegnarsi sul problema delle perdite e la redazione del water safety plan richiesto dalla normative”.

Leggi anche

19/06/24

Summer Open Days della Scuola dell’Acqua: via all’edizione 2024

Fiabe animate, giochi a squadre, piccoli esperimenti e vere e proprie “magie” d’acqua” per ragionare su una risorsa non scontata:…

Scopri di più
12/06/24

Fontanone, tappa #3: Olimpiadi Verdiane!

Dal 13 al 16 giugno il #fontanone di EmiliAmbiente sarà a Busseto, in piazza Verdi, per la 10° edizione delle…

Scopri di più
11/06/24

Falsi addetti dell’acqua, occhio alle truffe. Nel dubbio chiama il Numero Verde

Tornano ciclicamente le segnalazioni di tentativi di truffa ad opera di sedicenti “addetti dell’acqua”. Nello specifico, EmiliAmbiente ha ricevuto la segnalazione di…

Scopri di più
04/06/24

Diari di Viaggio: Assemblea Generale SERN – Luleå – 23 e 24 maggio 2024

La rete SERN - Sweden Emilia Romagna Network è una delle principali reti transnazionali per la promozione di relazioni tra…

Scopri di più
04/06/24

EmiliAmbiente “fa scuola” in Europa

La digitalizzazione applicata alla rigenerazione della rete idrica e l’educazione all’uso sostenibile della risorsa-acqua: queste le tematiche su cui EmiliAmbiente…

Scopri di più