Pubblicato il 14/12/23

Anticorruzione: EA conforme agli standard UNI ISO 37001:2016

Il 2023 ha rappresentato un deciso passo avanti nel percorso di EmiliAmbiente per l’adeguamento del proprio sistema di gestione agli standard internazionali ISO. A fine giugno la società – gestore del Servizio Idrico Integrato di 11 Comuni del parmense – ha concluso con un risultato più che positivo l’iter necessario per la certificazione UNI ISO 37001:2016 – Sistemi di Gestione Anticorruzione: uno strumento, ottenibile su base volontaria, che rappresenta un’ulteriore garanzia di trasparenza e legalità per le organizzazioni già adempienti ai requisiti normativi cogenti in materia. La norma, infatti, non sostituisce ma si aggiunge alle misure già previste a livello legislativo nazionale, come le disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità (PTPCT) previste dalla Legge n. 190/2012, ed è integrabile con il Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231/2001, di cui la società si è dotata – sempre su base volontaria – già dal 2015. 

Nel caso di EmiliAmbiente, in particolare, la maturità del Sistema di Gestione e la presenza di risorse interne dedicate ha permesso di conseguire l’obiettivo di un Sistema di Gestione Integrato: ogni strumento di manualistica e  modulistica, in altre parole, è stato aggiornato e dove necessario arricchito in modo da ricomprendere i requisiti di entrambe le norme, per una maggiore semplicità e linearità nella loro applicazione.

Sempre l’estate scorsa, inoltre, EmiliAmbiente ha ottenuto il rinnovo triennale della certificazione UNI EN ISO 9001:2015 per gli impianti già inclusi e le attività già ricomprese nel campo di applicazione del sistema di gestione,(Progettazione, Direzione lavori e Gestione impianti e reti del Servizio Idrico Integrato, Gestione delle Acque Meteoriche).

In entrambi i casi le valutazione di conformità, che hanno coinvolto tutte le funzioni aziendali sotto il coordinamento dell’Ufficio Sistemi di Gestione, sono state svolte dall’ente accreditato IMQ.

“C’è il rischio che il conseguimento di una certificazione passi, nell’opinione comune, come un fatto burocratico, poco concreto, quasi una medaglia da mettersi al collo” afferma Marco Giorgi, Direttore Generale di EmiliAmbiente. “È invece l’esatto contrario. L’adesione agli standard internazionali è lo strumento attraverso sui riusciamo a fornire ai cittadini un servizio efficiente, ai Comuni nostri proprietari la garanzia di processi trasparenti, al nostro staff modalità di lavoro sicure ed efficaci. È lo sforzo richiesto per poter, alla fine, lavorare meglio”.

Leggi anche

29/02/24

Come si legge il contatore dell'acqua?

Comunicare regolarmente a EmiliAmbiente l’autolettura del proprio contatore è un'abitudine consigliabile, perché significa fornire al gestore del Servizio Idrico le…

Scopri di più
23/02/24

Fidenza: dal 26/2 lavori all’acquedotto in via Pescina

Lavori in corso sulla rete idrica di Fidenza: dal 26 febbraio EmiliAmbiente sarà impegnata nel rifacimento di un tratto di…

Scopri di più
16/02/24

Busseto: lunedì 19/2 interruzione del servizio idrico nella zona di via Boito

Per un intervento di manutenzione all’acquedotto di Busseto, lunedì 19 febbraio dalle 9 alle 13 sarà interrotta l’erogazione dell’acqua nelle vie: Via Cimarosa…

Scopri di più
16/02/24

Salsomaggiore Terme: al via la sostituzione di circa 9.000 contatori idrici

Prosegue il progetto di EmiliAmbiente per l’ottimizzazione del servizio di lettura e fatturazione su tutti i Comuni serviti. Dopo gli…

Scopri di più
14/02/24

Guasto alla linea di adduzione, lavori in corso

A causa delle operazioni di riparazione di un guasto verificatosi sulla rete di adduzione tra Soragna e Busseto, in corso…

Scopri di più